martedì 28 marzo 2017

"Spino" di Ilaria Guarducci, Camelozampa


Se ancora non conoscete Spino di Ilaria Guarducci, edito da Camelozampa (qui), vi consiglio di rimediare al più presto. Primo, perché è uno strano animale marrone con folte sopracciglia nere, un corno tra gli occhi ed è pieno di spine sulla schiena, sulla pancia, sulla testa, sul sedere (!!), sulle braccia e sulle ginocchia. Quindi, quando inizierete a leggerlo ai bambini, magari giocando con il corpo, il divertimento sarà assicurato. Secondo perché è cattivo e si sa, ai bambini piacciono i personaggi fuori dagli schemi. Non solo, Spino conosce anche tutte le più moderne tecniche di spavento, dal ringhio reale (naturalmente dovete mettervi in gioco leggendolo!) a un'ampia varietà di espressioni terrificanti. Lo hanno educato a essere cattivo (!).


Spino ne combina di ogni: fa scorribande nel bosco, ruba le merendine, insulta gli alberi secolari, stacca le ali alle farfalle... per non parlare dei dispetti che fa agli uccelli canori e alle lumache (in realtà sono chiocciole, come hanno riconosciuto i miei bambini guardando l'illustrazione!). Insomma è proprio cattivo e ne va orgoglioso. Tiene tutti a debita distanza e pensa di non aver bisogno di nessuno.

Finché non accade qualcosa di catastrofico: da nero, cattivo e invincibile, di colpo - non si sa perché - inizia a perdere le spine fino a trasformarsi in una specie di morbida caramella gommosa, per giunta rosa.
Inutile dire quanto tutti si prendano gioco di lui, dalle chiocciole - in prima fila - alle farfalle che scambiano il suo didietro per un bocciolo di rose (che insulto!).... e quanto lui si senta ora ridicolo, addirittura perso. Perso perché non sa più qual è lo scopo della sua vita.


Per fortuna, nei momenti più difficili, proprio quando si diventa fragili e tutto sembra perduto, a volte si cambia prospettiva, e si possono incrociare persone speciali lungo il proprio cammino. Proprio come capita a Spino. L'incontro con il coniglio Bernardo gli cambierà completamente la vita e comprenderà non solo il valore dell'amicizia e il gusto dello stare insieme a qualcuno completamente diverso da sé,  ma anche la gioia del puro divertimento.


Un bellissimo albo sulla scoperta dell'amicizia, sulla ricerca della propria identità e sul piacere delle piccole cose. Spino vi conquisterà. Preparatevi a leggerlo, rileggerlo e leggerlo ancora!
PS: il libro è finalista del Premio Soligatto!

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo e pensi sia utile condividilo con i tuoi amici. Grazie!