venerdì 13 marzo 2015

A Fa' la cosa Giusta, "Ci sono anch'io", una mostra fuori dagli stereotipi dentro alla realtà



Resterà aperta fino a domenica 15 marzo a Fa' la cosa giusta, a Milano, la mostra "Ci sono anch'io" ideata da Lo Stampatello che vede coinvolti più di 30 editori che hanno messo a disposizione 150 albi illustrati. Se andate alla fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili (MM Lotto, Gate 8 via Scarampo) trovate la mostra al primo piano, nella piazza dei viaggiatori (subito dietro le scale mobili). Mettete in conto di passare un po' di tempo, perché avrete la possibilità di sfogliare e leggere tantissimi libri interessanti, suddivisi in quattro grosse tematiche: Famiglie, Genere, Migrazione e Abilità. L'elenco dei libri si può scaricare qui.



Famiglie
Il primo vuole fornire uno spaccato di tutti i tipi di famiglie: tradizionali, omogenitoriali, miste adottive, separate, monogenitoriali, ricomposte. Si trovano libri come Buongiorno postino (Babalibri), Dov'è il mio papà? (Editoriale Scienza), Perché hai due papà (Lo Stampatello), L'ippocampo un papà speciale (Mondadori), A caccia dell'orso (Mondadori). Ho avuto occasione di leggere "Una giornata speciale", scritto da Amaltea e illustrato da Giulia Orecchia, edito da Lo Stampatello, che racconta in modo poetico, ma non banale, l'adozione. Sofia, Anna e Vladi chiedono alla mamma come mai "non sono usciti dalla sua pancia" e così la mamma spiega l'adozione ai suoi bambini, facendo rivivere loro una bellissima giornata, partita come "sbagliata" che si è trasformata in una giornata perfetta. Infatti, la famiglia sarebbe dovuta andare a un picnic che è saltato, per poi trovare chiuso un parco finché si è messa in macchina per arrivare fino al mare. Il tutto per dire che lei e il papà hanno provato a farli arrivare naturalmente ma non ci sono riusciti e poi, attraverso un lungo percorso che li ha fatti viaggiare fino in Russia, sono riusciti a portare a casa tre bambini. Il finale è commovente. Ma non posso svelarlo...
Tra i tantissimi albi c'è anche "Il libro delle famiglie speciali", di Thais Vanderheyden, edito da Clavis, dove le diverse situazioni familiari sono raccontate come un grande condominio (un grosso albero di quercia) e dove protagonisti sono i diversi animali: si va da Lella la talpa che vive con la mamma perché il papà è partito per un viaggio alla volpe che ospita in casa anche la nonna, che non può vivere da sola... e così via.


Genere
Il secondo parla di differenze, stereotipi, identità, libertà, parità. Tra quelli che mi hanno colpito particolarmente - e che non conoscevo - ci sono:
Il segreto di Garmann, del norvegese Stian Dole, Donzelli editore, che racconta la storia di un ragazzo timido alla scoperta dell'amicizia con una ragazzina che ha una sorella gemella - uguale a lei solo per l'aspetto ma non per carattere - con cui condividerà segreti e scoperte... e non solo.



Se io fossi te, di Hamilton Richard; Cole Babette, edito da Il Castoro, un bellissimo albo che racconta di un papà e della sua bimba che si divertono a invertirsi i ruoli (il papà si ritrova a indossare un improbabile tutu rosa con le sue gambe pelose...).


Beniamino, scritto da Lynne Rickards e illustrato da Margaret Chamberlain, edito da Il Castoro, racconta la storia di un pinguino rosa che fatica ad accettarsi. Solo un lungo viaggio alla scoperta dei fenicotteri rosa, che gli somigliano sì per colore (e dove anche i maschi sono rosa!) ma non per abitudini, lo farà tornare con consapevolezza e serenità dai suoi simili, dove scoprirà che può essere accettato così com'è, senza cambiare.


Migrazioni
Il terzo parla di accoglienza, origini, distanze, partenze, arrivi, fughe, culture, avventure... Tantissimi gli albi interessanti, dai classici come Piccolo blu e piccolo giallo o Guizzino di Leo Lionni, Babalibri, ad altri più recenti come Cesare, di Gregoire Solotaref o Akim corre di Claude K Dubois (Babalibri). Mi ha colpito particolarmente Il segreto di Lu, di Mario Ramos (Babalibri), un bellissimo albo dove i ruoli dei protagonisti classici delle fiabe sono invertiti e si scopre la storia di un lupetto che subisce le angherie di tre maiali che sono devi veri e propri bulli. Per fortuna troverà un amico che gli farà superare le difficoltà.

Un altro albo che ha destato la mia curiosità è Quelli di sopra e quelli di sotto, di Paloma Valdiva, Kalandraka, di cui potete scaricare una scheda in pdf qui dove si propone l'esistenza di due mondi complementari, quello dei sopra e quello dei sotto, appunto. Quando "quelli di sopra portano il costume quelli di sotto hanno l'ombrello", quando sopra c'è la primavera, sotto c'è l'autunno, se uno semina l'altro raccoglie. Un bellissimo albo da sfogliare sia per le immagini sia per i contenuti molto interessanti.


Abilità
Il quarto parla di abilità diverse, sociali, sensoriali, motorie, cognitive, misteriose... vi si trovano sia libri con comunicazione aumentata (es. Biancaneve, a cura di Enza Criveli, illustrato da Tommaso D'Incalci, edito da Uovonero), sia storie di bambini con diverse disabilità (es. Album per i giorni di pioggia, Dani Torrent, Edizioni Corsare). Tra gli albi da sfogliare, se ancora non l'avete visto, I cinque malfatti, un capolavoro di Beatrice Alemagna, edito da Topipittori. E Piccolo uovo nessuno è perfetto, di Francesca Pardi, illustrato da Altan, edito da Lo Stampatello, uno dei 32 albi di questa interessantissima casa editrice.

Troverete anche un fuori catalogo (che aveva letto a un Gattonando di moltissimi anni fa alla Libreria Scaldapensieri Barbara Archetti) Dodo, di Rodero Paz, Uberuaga Emilio e Moran José, un libro Bohem.
Elencare tutti i libri belli comunque è impossibile, dovete venire a vederli di persona.
Francesca Pardi racconta che tra gli albi illustrati scelti, sono stati selezionati quelli che sono vicini al progetto editoriale de Lo stampatello e che raccontano le differenze. La mostra farà tappa dal 2 al 12 aprile a Genova, al Museo Luzzatti, e da aprile a giugno sarà ospitata in cinque biblioteche in provincia di Latina.


Mentre mi perdo tra i libri, sono anche grata a Francesca che mi fa vedere due novità editoriali Nonna in fuga, di Janneke Schotveld e Le invenzioni di Tito, di Ina Krabbe, che segnano l'esordio della casa editrice nella narrativa.
Vi ricordo invece che Lo Stampatello sta ancora attuando una raccolta fondi per pubblicare La dichiarazione dei diritti delle femmine e La dichiarazione dei diritti dei maschi. Mancano 94 giorni alla chiusura. Potete fare una donazione o acquistare i libri in prevendita. Trovate tutto qui.

Con questo post partecipo al Venerdì del libro di Paola Miseti (HomeMademamma).

3 commenti:

  1. Mi piacerebbe davvero tanto visitare questa mostra, peccato che abito un po' troppo lontano. Questi libri mi piacciono tanto: evviva la libertà di espressione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì sono bellissimi e non ho neanche potuto citarli tutti, ti consiglio di scaricarti la bibliografia. Comunque essendo itinerante, speriamo possa viaggiare parecchio per l'Italia

      Elimina
  2. Wow... molto ricco il post di questa settimana...

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto questo articolo e pensi sia utile condividilo con i tuoi amici. Grazie!