venerdì 31 ottobre 2014

Laboratorio a merenda / Halloween


a casa di Anna

Alla Feltrinelli RED di piazza Gae Aulenti di Milano, nell'ambito dell'appuntamento "Laboratorio a merenda" domenica scorsa ci siamo preparati ad Halloween. Come consuetudine, prima di metterci a "pasticciare" e creare, armati di tutta la fantasia possibile, ci siamo "riscaldati" con alcune letture.
Siamo partiti con Gisella Pipistrella - i pipistrelli sono d'obbligo ad Halloween no? - un libro di Jeanna Willis, illustrato da Tony Ross ed edito da Il Castoro, che è un inno alla diversità e a guardare le cose dal punto di vista degli altri, soprattutto di quelli che a prima vista ci possono sembrare "strambi" o "matti".
Ci siamo poi portati verso il mondo delle magie con Tre streghe, un albo illustrato di Grégoire Solotareff, edito da Babalibri, che racconta di "tre sorelle che non ridevano mai", con tre nomi strani e buffi Scolly, Schelly, Scory, che decidono di fondare l'associazione delle "3S" (e qui via con associazioni di nomi che iniziano per S a partire da stricnina per finire con supposta). Insomma, per farla breve, queste streghe che non ridono mai avranno un incontro con due bambini che cambierà il loro modo di essere. Del resto i bambini hanno spesso questo effetto, ti stravolgono la vita in meglio nonostante tutto. Una storia bella che conquista ogni pagina in più.
Infine, non potevano mancare 10 mostri sul mio letto di Katie Cotton e Aaron Blecha, edito da AbraCadabra, in cui ogni mostro ne combina di ogni con effetti rumorosi (bisogna premere a ogni pagina in un punto diverso) e molto divertenti per i bambini. Il tutto in rima (il divertente è creare attesa tra una pagina e l'altra aspettando che i bambini trovino proprio la parola in rima ... per esempio "uno di loro, in un angolino, sentì il bisogno di fare un... RUTTINO!").

Feltrinellilaboratori Feltrinelli

Laboratori Feltrinelli
Dopodiché ci siamo dedicati alle creazioni. Questa volta, anche se l'imperativo è sempre quello di lasciare spazio alla creatività, ho portato degli esempi perché creare in tre dimensioni è sempre più difficoltoso. E' stato bello vedere tutti all'opera, i genitori si sono spesi molto nell'aiutare e supportare i piccoli creativi. Bambini che si sono inventati ragni di vario tipo partendo da materiali semplici e altri che hanno effettuato variazioni sul tema proposto. Soprattutto è stato un laboratorio davvero affollato, in cui si sono alternati fino ad almeno 17 bambini e bambine. La soddisfazione più grande è stata una mamma, la mamma di Francesco, che è arrivata dicendo che era in difficoltà perché imbranata dal punto di vista creativo e che alla fine, insieme al figlio ha creato un bellissimo e originale pipistrello. L'invito è quello di lasciarsi andare. Questi incontri vogliono essere un momento di relazione tra grandi e bambini, per divertirsi insieme, lasciandosi ispirare dai materiali a disposizione.
Finisco con un ringraziamento a tutti quelli che sono intervenuti: Vittoria, Varinna, Michelangelo, Tommaso, Francesca, Chiara, Elisa, Paolo, Noemi ... e gli altri (però al momento mi sono ricordata tutti i nomi, davvero!) e vi lascio con una piccola carrellata di creazioni. 

E voi cosa farete oggi con i vostri bambini?

PS con questo post partecipo alla bellissima iniziativa "Il venerdì del libro" di HomemadeMamma.










Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo e pensi sia utile condividilo con i tuoi amici. Grazie!