venerdì 16 settembre 2016

"Se fossi un uccellino", di Guia Risari e Simona Mulazzani, La Spiga Edizioni



Fresco di stampa, "Se fossi un uccellino", l'albo di Guia Risari e Simona Mulazzani, edito da La Spiga Edizioni, nella collana Lilliput (link qui), invita bambini e adulti a sognare. Un messaggio che arriva proprio al momento giusto, alla ripresa della scuola con tutto quello che questo implica, compresi il ritorno alle routine di sempre, le attività frenetiche e i tempi a volte un po' troppo "stretti" a cui i nostri figli sono spesso "forzati".

La protagonista è una bambina dalle trecce rosse o, forse, i protagonisti sono due, lei e il pettirosso il piccolo volatile colorato che ha scelto come "alter ego" per andare a esplorare con le ali della fantasia il mondo che la circonda. Rosse ciliegie mature ci rammentano ancora l'estate, con i suoi ritmi lenti e rilassati, dove ogni cosa è possibile,

come il tenero abbraccio tra l'uccellino e l'albero, che ci ricorda quanto per i più piccoli (e aggiungo anche per i più grandi) sia importante la Natura e il contatto anche fisico con essa, di cui facciamo parte. Non a caso sempre più interesse sta suscitando il sito e l'omonima pagina facebook di Bambini e Natura (link).

Ma la nostra avventurosa protagonista è solo all'inizio del suo bellissimo viaggio, che la porta a compiere tutte le azioni importanti: cantare (in effetti i gorgheggi del pettirosso sono tra i più allegri e armoniosi che ci siano) "ai fiori rosa che si agitano come gonne leggere", respirare i profumi più amati,  mangiare il cibo più ghiotto, bere il giusto, con moderazione, (l'acqua è il nostro oro blu e l'uccellino ci fa riflettere su quanto sia un bene prezioso da non sprecare).

Poi su, e ancora più in alto (non è uno dei più grandi desideri dell'Uomo, da Icaro in avanti?).
Infine, un forte richiamo al gioco e alla creatività, di cui i bambini sono naturalmente dotati, prima a sbizzarrisi con le nuvole dalle forme più strane... 

... poi la magia che solo l'arcobaleno può creare, specie se intrecciato alla fantasia.


E dopo tutte queste appaganti esperienze si ritorna a destinazione. Arricchiti, appagati e felici.

Un albo molto delicato, ricco di spunti e riflessioni, che ci accompagna dall'inizio alla fine come una melodia, con le parole poetiche di Guia Risari (sito qui) - di cui ho parlato anche sul blog qui - e le illustrazioni sognanti Simona Mulazzani (non a caso premio Andersen: qui una breve presentazione sul sito dei Topipittori).

Un libro che viene voglia di assaporare con calma, proprio come le ciliegie che ci accompagnano lungo la storia, che viene voglia di leggere e rileggere, per gustarsi la musicalità delle parole e l'incanto delle immagini.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo e pensi sia utile condividilo con i tuoi amici. Grazie!