lunedì 17 ottobre 2016

"Mi. IN: segno", seminari di formazione di moBLArte a Zanica (BG)


Inizierà il 22 ottobre a Zanica, in provincia di Bergamo, "Mi. IN: segno” un ciclo di seminari di formazione nel fine settimana dedicati al segno, “azioni di forma per una pedagogia attiva", organizzato da moBLArte rivolto a insegnanti, educatori, counselor, psicologi, pedagogisti, animatori e genitori. La formula viene riproposta quest'anno, forte del successo riscosso lo scorso anno, dove sono stati ben 70 i partecipanti (compresi neogenitori ed educatrici in pensione), tutti pieni di entusiasmo, desiderosi di determinare un cambiamento nella realtà in cui operano come professionisti o, più in generale, nella loro vita.

Aurora Mascheretti, direttrice artistica del progetto, insieme alla associazione moBLArte (nata lo scorso anno, qui il link), spiega che hanno deciso di rilanciare la proposta assegnando un tema, quello del segno, declinato in molte sfumature e attraverso più punti di vista, inteso come lasciare traccia di sé. L'idea è nata dopo aver visto come nelle scuole sia sottovalutato il segno, anche in relazione ai cambiamenti del sistema scolastico e a un mondo sempre più complesso.

Attraverso esperienze in prima persona e con testimonianze concrete di ricerca, progettazione ed educazione, si cercherà di ripristinare la coscienza rispetto al senso, attivando un contatto profondo con se stessi, cercando di risolvere le stereotipie che si creano, fino ad arrivare al segno come elemento terapeutico. Alcune riflessioni saranno relative allo spazio scelto, ai materiali da impiegare, agli strumenti, al modo con cui avvicinarsi e alla "decodifica empatica" (come incontrarlo, riconoscerlo e farlo evolvere). Dal segno giocato, trovato nelle cortecce, al segno come traccia di un'esistenza, che può nascere in una relazione autentica, liberato dal senso del giudizio.


Si parte a ottobre per concludere il percorso a marzo, come potete vedere dalle immagini. Si possono seguire tutti gli appuntamenti o decidere di partecipare solo ad alcuni.


Molte sono le proposte interessanti, a partire dai Segni Mossi (qui il link), rappresentati da Alessandro Lumare (autore di libri per l'infanzia, formatore e atelierista) e Simona Lobeforo (danzatrice contemporanea, che realizza ricerca e performance); i due artisti, che portano ormai la loro esperienza di performance e ricerca non solo in Italia ma anche in giro per il mondo, indagheranno la relazione tra danza e segno.


Uno spazio verrà dedicato al famoso Closlieu di Arno Stern (una pittura per ritrovare il sentire del bambino senza giudizi), coordinato dall'artista Isabelle Dehais (qui il link al suo blog il boscodentro).
La psicoterapeuta Silvia Micocci, farà incontrare il segno attraverso la creta,


mentre Aurora Mascheretti cercherà la relazione tra progetto, spazio e segno lavorando sul libro.

Dal canto suo, Laura Anfuso, (qui l'intervista su Milkbook, io ne ho parlato qui, vista la sua collaborazione con la Scuola del Fare), esperta di pedagogia ed editoria tattile, condurrà alla scoperta e alla lettura del segno nel suo essere materia sensoriale.


Padrino di quest'anno sarà l'architetto Mauro Bellei (qui il suo sito) che collabora con Fatatrac e Occhiolino Design e in Francia ha pubblicato con Le trois ours oltre a tenere l'incontro "Segni progettati e segni ritrovati", si occuperà di aver cura della formazione dei partecipanti e degli orientamenti generali.

Moblarte è una realtà giovane che si è fatta apprezzare subito nel territorio intorno a Bergamo con diversi progetti, all'interno della manifestazione internazionale I maestri del paesaggio dove, racconta Aurora Mascheretti "abbiamo aperto lo sguardo anche al mondo dei bambini", di cui trovate un link al video qui,  e attraverso un atelier d'arte, dedicato sia alle scuole sia alle famiglie, per esplorare e vivere al meglio la mostra Palma il Vecchio. In questa occasione è stato predisposto un spazio pensato per i bambini in modo che potessero sentirsi non solo a loro agio ma anche scoprire la loro dimensione. Qui il video youtube relativo a un'esperienza realizzata con una scuola.
Contatti: info@moblarte.it via Padergnone 45- 24050 Zanica (BG)

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo e pensi sia utile condividilo con i tuoi amici. Grazie!