venerdì 15 luglio 2016

Mini zoom: una collana ad alta leggibilità per lettori in erba di Biancoenero edizioni



La casa editrice indipendente Biancoenero presenta la nuova collana MINIZOOM, testi brevi ad alta leggibilità per lettori in erba. Freschi di stampa, i due libri firmati da Davide Calì, sono dedicati a chi ha iniziato da poco a leggere, per apprezzare la gioia della lettura in autonomia. 


I libri ad alta leggibilità (ne parlerò in un altro post) sono hanno un timbro di approvazione da una redazione di ragazzi che sono giovani lettori del centro CRC -Balbuzie dell'Università di Roma che hanno partecipato arrivamente alla redazione e revisione del testo per renderlo più chiaro e leggibile (tutti sono citati e ringraziati).


La rapina del secolo
Appena ho letto "La rapina del secolo" non so perché ma mi è venuto in mente subito il collegamento a due "I soliti ignoti" di Mario Monicelli del 1958, (che ha tra i protagonisti Totò, Vittorio Gasmann e Claudia Cardinale) e "Operazione San Gennaro" di Dino Risi del 1968 (che vede come interpreti Nino Manfredi e Totò). Non so se Davide Calì abbia pensato anche loro nel creare questo libro - pare che abbia preso come riferimento il libro "Furto in una pasticceria" di Italo Calvino - ma l'atmosfera che si respira e ironica ed esilarante, ma non banale, proprio come questi film e comunque di alto livello. Non a caso Davide Calì è un autore di spicco nel panorama degli albi e dei libri per bambini e ragazzi. Autore raffinato che sa cogliere ironicamente o poeticamente alcune situazioni che in altri casi risulterebbero semplicemente banali.

Per vedere il collegamento basta inquadrare i tre personaggi: il furbo (si chiama così ma non si sa perché), il genio, Carlone, quello che mangia sempre e serve per i lavori di fatica, Luigino (la voce narrante) chiamato così perché piccoletto ma soprannominato svelto, perché quando c'è da correre lo fa. Il libro si dipana in una serie di scene esilaranti dove per arrivare alla meta c'è un lungo percorso da fare, strano ma pensato (eh sì, perché il Furbo è intelligente e gli altri non si pongono domande ma eseguono gli ordini).

L'azione e il movimento sono intercalati da momenti di profumi, profumi dell'infinita serie di cibi che si è portato dietro Carlone. Il piano del Furbo è un piano geniale e si svela sul finale solo che il finale ha un altro finale. Naturalmente esilarante, ma tutto da scoprire. Forse i bambini leggendo il libro ci arriveranno prima degli adulti. Metteteli alla prova. Io lo farò di sicuro con i miei...



La casa di riposo dei supereroi
Il mondo del bambini di oggi è pieno di super eroi con super poteri. Capaci di compiere atti strabilianti. Solo negli Incredibili li avevano fatti tornare alla vita reale... e si erano viste le conseguenze.
Però nessuno aveva pensato che potessero andare in pensione.
Già questa idea è a mio parere geniale.
Tutti possono invecchiare e vivere questo momento come un periodo di disfatta della propria esistenza se non si trovano le energie per trovare qualcosa da fare. Come tutte le persone normali, che si ritrovano in un ospizio "Viale villa del tramonto" (chissà se anche qui c'è qualche riferimento nel nome a qualche noto film del passato) sentono l'afflizione di essere diversi da quando erano giovani e ognuno anzi ha perso parte delle qualità che li contraddistingueva:


Fulmine era l'uomo più veloce della terra Acciaio, l'uomo più forte dell'Universo, Tritone, capace di parlare con i pesci, Siceria, capace di suscitare una tempesta di neve al semplice schiocco delle dita
 
I Vendicativi con Falco e la sua mira infallibile, Testa di ferro con l'armatura scintillante, Capitan Ametista, coraggiosissimo, Vipera, esperta in arti marziali, Formicone, alto come una formica.

Tutti erano capaci di grandi cose, ora sono appesantiti, accecati, acciaccati. La vita non è più divertente e piacevole come una volta... tranne fare gli scherzi all'unico cattivo ospite della casa, il Dottor Nefasto.

Nel mondo ci sono nuovi supereroi che hanno preso il loro posto.
Ancora più triste.

Poi, accade un imprevisto, un imprevisto che farà cambiare tutto.
Un imprevisto talmente imprevedibile da sconvolgere tutta l'esistenza e far trovare la chiave per creare finalmente l'amicizia anche con un cattivo come Dottor Nefasto.

Il finale è da colpo di scena e, come molti libri, di Calì ironico e divertente. Un Calì che ritorna con questi due libri al suo antico amore, il fumetto.

I due libri sono consigliati sia a chi è alle prime armi nella lettura ma anche ai più esperti che vogliono farsi tante risate, magari in famiglia. Del resto non c'è che un libro per stare bene in famiglia, specie in estate, quando si ha più tempo per diventare complici con i nostri figli.
Qui una bella recensione su Scaffale Basso (testata da chi di dovere).

Con questo post partecipo alla bellissima iniziativa Il Venerdì del libro ideato da Paola (HomeMadeMamma), il cui link trovate qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo e pensi sia utile condividilo con i tuoi amici. Grazie!